Ultimi Prodotti

Il fitocomplesso con CBD

Principi attivi presenti nella Cannabis sativa L.

Nella pianta di Cannabis sativa L. sono stati identificati circa 100 molecole appartenenti ad una particolare classe di terpenofenoli a 21 atomi di carbonio detti cannabinoidi [Mechoulam, R. and Hanus, L., 2000; Mechoulam, R. et al., 2007]. Tali composti vengono prodotti dalla pianta di Cannabis sativa L. in particolari strutture cellulari dette tricomi ghiandolari (Fig. 1) presenti in maggiore densità sulle infiorescenze femminili [Potter D. J., 2004; Potter D. J., 2009].

Il più importante e studiato cannabinoide è il trans – (-) – Δ9 – tetraidrocannabinolo o THC (Fig. 2) individuato per la prima volta da Wood et al. nel 1899 [Wood et al., 1899] e completamente studiato nella sua struttura da Gaoni e Mechulam nel 1967 [Mechoulam R., Gaoni Y., 1967]. Nonostante il THC sia il cannabinoide più presente/abbondante nella specie e quindi il principale responsabile degli effetti, sia terapeutici che psicotropi, della Cannabis sativa L. altri cannabinoidi hanno mostrato proprietà terapeutiche interessanti che sono attualmente sotto investigazione. Il secondo cannabinoide per importanza è il Cannabidiolo, abbreviato CBD (Fig. 2), un cannabinoide non psicoattivo (non lega il CB1) che fù individuato per la prima volta da Adams et al. nel 1940 [Adams et al., 1940] e la cui struttura fù completamente delucidata da Mechoulam et al. nel 1963 [Mechoulam et al., 1963].